Argomento

Capitale Sociale

Parte teorica

Pierre Bourdieu: Forme di capitale

Bourdieu fu il primo a definire il capitale non solo in termini economici ma anche sociali e culturali. Queste tre forme di capitale sono centrali al fine di comprendere i tre concetti su cui si fonda la riflessione del sociologo francese: agente, habitus e campo. L’agente è l’individuo inserito all’interno di una società. L’habitus dell’agente è costituito dall’insieme di conoscenze, norme, valori e comportamenti acquisiti e interiorizzati dall’agente stesso. Esso permette all’agente di agire sul campo secondo i propri interessi. Il campo non è altro che una società, una rete, una struttura sociale o un qualsiasi altro insieme di relazioni. Bourdieu sottolinea l’importanza di rivalutare costantemente ogni forma di capitale nel suo quadro teorico generale, e di comprendere in che interagisce con le altre due forme di capitale.

Il capitale sociale, secondo Bourdieu, è “l’insieme delle risorse attuali e potenziali legate al possesso di una rete di relazioni più o meno istituzionalizzate che presuppongono una conoscenza e riconoscimento reciproco”. (Bourdieu 1986). Il capitale sociale, quindi, è l’insieme delle risorse a cui l’individuo accede quando entra a far parte di una rete sociale. Il capitale sociale potenziale dell’individuo si fonda sul riconoscimento reciproco dei membri della rete in questione e dipende, inoltre, dalla dimensione della rete stessa, così come da altri tipi di capitale che l’individuo possiede.

Bourdieu parla anche di capitale sociale statale, ossia l’intero complesso delle istituzioni e organizzazioni pubbliche che sono tenute a tutelare la sicurezza di ogni cittadina e cittadino, a fornire loro assistenza legale, servizi di welfare, istruzione e cure sanitarie. Il capitale culturale simboleggia l’essenza della cultura stessa, che si manifesta sotto forma di percorsi di formazione specifici, conoscenze, nozioni nel campo della letteratura, della musica, dell’arte, ecc. ossia il patrimonio di saperi che vanno a costituire la capacità dell’agente di comprendere ciò che viene concepito come la cultura specifica di un determinato gruppo.

Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a guardare il video seguente.

Descrizione dell’esercizio

Clicca e trascina ogni parola al posto giusto.

Quali delle seguenti reti sociali sono?

  • costituite volontariamente: Noi, come individui, scegliamo di unirci alla rete.
  • costituite per via di un obbligo: Non siamo noi a scegliere la rete, ma siamo costretti ad aderirvi